Scade il 15.01.2020

Top 5: Anolini della bassa

di Andrea Grignaffini

Sono paragonabili per la forma a piccole papaline di circa due cm di diametro (per questo sono chiamati anche “Cappelletti”) ricolmi di ripieno. Fatti di pasta sfoglia tirata a mano, a differenza di quelli classici parmigiani il ripieno non contiene carne, ma è composto di formaggio, poco pane grattugiato raffermo scottato con brodo bollente, uova e una grattata di noce moscata.  Il loro sapore è esaltato se sono cotti e serviti in un brodo speciale, detto “in terza” (brod in tèrsa). Il brodo delle grandi occasioni, con manzo, cappone e carne di maiale