Scade il 31-10-2018

Sin dal Quattrocento, quando nelle botteghe dell’Oltrarno venivano bollite le interiora bovine, trippa e lampredotto, i trippai hanno rappresentato per Firenze non solo il cibo di strada per antonomasia, ma anche e soprattutto un pasto sostanzioso ed economico. In Toscana, nello specifico, con lampredotto si indica l’abomaso del bovino lessato in brodo con verdure e poi condito con salsa verde o con olio extra vergine di oliva e pepe nero. Il piatto è da gustare, ormai, secondo l’odierna consuetudine nel panino

 

A proposito dell'autore

Laurea in Scienze Internazionali e Diplomatiche all'Università di Torino e Master sul no profit presso la SDA Bocconi a Milano. Si è impegnato per quasi otto anni nei progetti dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, occupandosi di fundraising, marketing, comunicazione, relazioni esterne, degustazioni e soprattutto organizzazioni di viaggi didattici in Italia e nel resto del mondo. Collabora per la rivista SPIRITO diVINO e per agenzie di comunicazione.