Scade il 15-01-2019

Nella gastronomia occidentale la bontà di un cibo si riferisce in primo luogo al sapore. Molte tecniche culinarie tendono, infatti, a enfatizzarlo utilizzando soffritti, rosolature e fondi. La cultura giapponese, per contro, dà maggiore risalto alla consistenza, ossia alla solidità e alla resistenza che si avvertono masticando un cibo. Anche in Italia ciò succede, in parte. Basti pensare all’importanza che è attribuita alla cottura della pasta: se è scotta, non c’è alcuna salsa capace di renderla accettabile

A proposito dell'autore

Roberto Bellomo

Ingegnere, con la coerenza che gli è propria si occupa da una vita di risorse umane. La cucina è una delle sue poche passioni durature e l'alibi per viaggiare il più spesso possibile. Ama la Francia, dove ha vissuto per un po' e pensa che invecchierà , i paesi baschi e, soprattutto, la Scandinavia.