Scade il 13-10-2018

Nel mare ci sono 25mila specie commestibili di pesce, mentre nei nostri piatti non più di una ventina. Variare i pesci è un’ottima abitudine, semplicemente perché il gusto, senza l’ombra del dubbio, ci guadagna. I pesci meno famosi sono buoni come gli altri, spesso e volentieri costano anche poco e per di più sono in abbondanza. Imparare a chiederli ai nostri pescivendoli farà sicuramente bene alla mente, ma anche allo stomaco

A proposito dell'autore

Laurea in Scienze Internazionali e Diplomatiche all'Università di Torino e Master sul no profit presso la SDA Bocconi a Milano. Si è impegnato per quasi otto anni nei progetti dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, occupandosi di fundraising, marketing, comunicazione, relazioni esterne, degustazioni e soprattutto organizzazioni di viaggi didattici in Italia e nel resto del mondo. Collabora per la rivista SPIRITO diVINO e per agenzie di comunicazione.