Scade il 15-12-2018

Verosimilmente il formaggio è nato per pura casualità. Qualche pastore ingegnoso o illuminato, in un’epoca assolutamente non precisata della preistoria, ha esaminato che nello stomaco degli animali uccisi, appena dopo la poppata, il latte si presentava rappreso, sotto forma di massa solida. Oppure ha considerato che un rametto di fico o un fiore di cardo selvatico immerso in un bacile contenente latte provocava la coagulazione del succo stesso. Si calcola che i tipi di formaggio nel mondo siano ben oltre i 2000, con Italia e Francia a spartirsi le quote maggiori e specialmente di qualità

A proposito dell'autore

Laurea in Scienze Internazionali e Diplomatiche all'Università di Torino e Master sul no profit presso la SDA Bocconi a Milano. Si è impegnato per quasi otto anni nei progetti dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, occupandosi di fundraising, marketing, comunicazione, relazioni esterne, degustazioni e soprattutto organizzazioni di viaggi didattici in Italia e nel resto del mondo. Collabora per la rivista SPIRITO diVINO e per agenzie di comunicazione.