Scade il 15-07-2018

Un rito irrinunciabile che ha radici storiche profonde. Gli Assiri prendevano l’aperitivo con vino di palma; i Pellerossa consumavano succo d’acero fermentato, mentre Greci e Romani erano soliti inaugurare i pasti assumendo vini aromatizzati con carciofo e genziana. In Italia, l’aperitivo “moderno” si impose invece a fine settecento con la diffusione del celebre vino aromatizzato made in Italy, il Vermouth. E a Milano? Se cercate 5 buoni locali in cui godervi un buon aperitivo, ecco i nostri consigli

 

A proposito dell'autore

Alessandro Pellegri

Progettista meccanico da sempre appassionato di moto, di lettura ma soprattutto di vini, alla costante ricerca di tavole (e relative bottiglie) che riescano a fargli provare sensazioni ed emozioni sempre nuove. Che si parli di cibo o di vino, non nasconde un forte apprezzamento per la qualità della materia prima, del terroir e della tipicità… e perché no delle novità, purché siano però sensate ed intelligenti