Scade il 15-06-2019

Il Gran Fritto, a dispetto del suo nome altisonante, è un piatto umile che rielabora gli avanzi di pesce non venduto dai pescatori: in questo senso, si capirà che vi si ritroveranno belle sorprese, dai pesci piccoli e già puliti come mazzancolle e calamaretti alle spade, che sono piccoli pesciolini rosa, lunghi e schiacciati usati in Romagna per fare i brodi; oltre a questi, paganelli, moletti e zanchetti, appena passati nella farina e fritti in olio buono

A proposito dell'autore

Leila Salimbeni

Laureata in Semiotica dei consumi e, prima, in Filosofia del linguaggio, Leila Salimbeni ha sempre amato, del vino, la doppia natura, materiale e immateriale. Sempre il vino, nel tempo, la porta a occuparsi del mondo commestibile tutto, di cui adora, soprattutto, le aperture multidisciplinari. Comincia a scriverne su Spirito diVino e prosegue firmando numerose pubblicazioni nel mondo della stampa di settore