Scade il 31-10-2018

L’Arte dei Vinattieri, datata nel 1292, rappresentava una delle Arti Minori delle corporazioni di arti e mestieri di Firenze. Tutti coloro che trattavano il vino, e quindi mercanti, locandieri, osti, sensali e venditori, erano obbligati ad iscriversi attraverso un giuramento. Piuttosto numerosi erano i banchi per la mescita del vino, il quale era venduto in fiaschi dal contenuto di circa due litri, detti toscanelli, dal collo lungo e rivestiti con la caratteristica paglia sulla pancia

A proposito dell'autore

Laurea in Scienze Internazionali e Diplomatiche all'Università di Torino e Master sul no profit presso la SDA Bocconi a Milano. Si è impegnato per quasi otto anni nei progetti dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, occupandosi di fundraising, marketing, comunicazione, relazioni esterne, degustazioni e soprattutto organizzazioni di viaggi didattici in Italia e nel resto del mondo. Collabora per la rivista SPIRITO diVINO e per agenzie di comunicazione.