Scade il 06-04-2019

Guanciale, pecorino, uovo, sale, pepe e preferibilmente spaghetti. Questi sono gli ingredienti della carbonara, imprescindibili e unici per realizzare la ricetta italiana più famosa al mondo. E per dare spazio a tutte le voci contrastanti e non, il 6 aprile si celebra il #carbonaraday . Una data scelta non a caso: esattamente un anno fa il sito francese Demotivateur pubblicò un video nel quale la ricetta italiana veniva stavolta, facendo inorridire ogni appassionato. C’è chi dice sia stata inventata dai carbonai (in romanesco carbonari) che lavoravano nelle miniere degli Appennini e che grazie alla facile reperibilità degli alimenti riscrissero così la “cacio e ova” di tradizione laziale. Ma che nasca sugli Appennini o altrove o addirittura in una cucina napoletana come racconta Ippolito Cavalcanti nel suo trattato di Cucina del 1837,  la questione del nome di questa delizia è tutt’ora un rompicapo

 

 

A proposito dell'autore

Alessio Pietrobattista

Millesimo 1978, vendemmiato a giusta maturazione l'8 di Settembre lì dove il Tevere si divide in due nel cuore di Roma. Finto astemio per colpa del vino del nonno, rotea bicchieri grazie agli amici che gli fanno capire che il gomito alzato non è poi così male. Informatico per lavoro, collabora e ha collaborato con i più importanti siti e guide del settore tra cui il Gambero Rosso e Le migliori 99 maison di Champagne. Ama visceralmente le bollicine francesi, corteggia la Borgogna, si fa sedurre da Bordeaux ma alla fine è sempre devoto a Sangiovese